L’enorme lavoro svolto soprattutto negli ultimi 11 anni, viene premiato oggi con il massimo risultato possibile: la Polisportiva Albosaggia conquista la prima piazza nella classifica nazionale per l’attività giovanile nello scialpinismo e la seconda piazza assoluta dietro i professionisti dell’Esercito, corpo al quale proprio Polisportiva Albosaggia ha ceduto due punte di diamante come Michele Boscacci e Giulia Murada.

Polisportiva Albosaggia: risultato storico

Il duplice storico risultato è scritto nelle graduatorie nazionali FISI e, oltre alle conquiste degli skialper, è frutto anche dei punti conseguiti grazie all’attività organizzativa (Trofeo Gino Berniga e Valtellina Orobie) e alle vittorie agonistiche dei Senior e Master. Traguardi, in particolare quello giovanile, fissati nei sogni di tanti, ma principalmente negli sforzi di Ivan Murada, il plurimedagliato campione che più di tutti ci ha creduto e si è impegnato facendo crescere – non solo agonisticamente – una moltitudine di atleti. “Nessuno ha mai vinto quanto lui in questa disciplina – ricorda oggi il Presidente della Polisportiva Gianluca Cristini – e ciò che ha messo a disposizione dei nostri ragazzi in questi anni è un mix di passione e competenza tecnica che, unito all’esperienza accumulata in una vita sulla neve, ha permesso ai nostri atleti di arrivare a primeggiare”.

Un successo per l’intero team

Un percorso che ha coinvolto l’intero team di skialper della Polisportiva capace – dall’exploit organizzativo delle 2 gare di Coppa del mondo 2016 – di passare lo scorso anno dalla settima alla terza posizione, fino alla piazza d’onore di oggi, risultato peraltro già raggiunto e superato nei lontani anni ’80, agli albori di questa disciplina. “Un grande team – è il commento schivo e denso di emozione di Ivan Murada – il cui merito è anche degli istruttori Stefano Paganoni e Maurizio Folini e dei tanti accompagnatori che si mettono quotidianamente a disposizione dei ragazzi ai quali offriamo sostegno e appoggio, armi indispensabili perché i loro sforzi non vadano dispersi e perché possano ambire a grandi obiettivi”.

Leggi anche:  Trionfo per gli atleti del Gruppo Podistico della Banca Popolare di Sondrio

E sta arrivando una stagione ricca di promesse

Il clima è perfetto in vista di una stagione carica di promesse: l’imminente convocazione alle Olimpiadi Youth invernali sdoganerà per la prima volta lo scialpinismo nel magico mondo dei cinque cerchi: la posta in gioco è altissima con ben 7 ragazzi – su un totale di 12 a livello nazionale – preselezionati proprio all’interno della Polisportiva. “Aspettiamo con fiducia e incrociamo le dita, sapendo che anche giochi olimpici del 2026 non sono lontani – rimarca il Presidente Cristini – senza montarci la testa e lavorando sodo come è nella nostra natura”.