Il Sondalo si impone nel derby tutto valtellinese contro il Delebio che serviva per incoronare la regina del girone.

Imbattute

Le due formazioni erano entrambe giunte imbattute allo scontro diretto, con i ragazzi di Parigi avanti di due punti in classifica in virtù dei punti di bonus conquistati. E’ stata una gara combattuta, tecnicamente non bellissima, ma con il giusto agonismo che alla fina ha premiato la maggiore tenuta degli ospiti. Il Delebio era partito subito fortissimo bucando un Sondalo ancora insonnolito già al secondo minuto. I padroni di casa insistevano e riuscivano ad allungare a metà tempo grazie ad un calcio piazzato. I sondalini però non ci stavano e cominciavano a dare segni di risveglio già nell’azione successiva con Rossi che depositava in meta. Superata una prima fase piuttosto apatica, gli avanti sondalini cominciavano a macinare il loro gioco che permetteva a Rossi di siglare la sua personale doppietta e di guadagnarsi il titolo di “Man of the Match”. Di Corleto, con la successiva trasformazione, effettuava poi il sorpasso.

LEGGI ANCHE: Le valtellinesi del rugby a valanga in Coppa Italia

Cronaca

Nella ripresa coach Parigi aumentava il peso in mischia con l’ingresso di Pedranzini che faceva valere subito le sue doti andando in meta con un’azione di forza al 48’. Gli avanti sondalini prendevano nettamente il sopravvento e grazie al maggior numero di palloni giocabili gli ospiti si rendevano pericolosi in varie occasioni. Al 58’ era Di Corleto ad allungare ulteriormente il vantaggio con un preciso calcio tra i pali, poi toccava s Gobbi Frattini scavare il gap definitivo con la quarta meta che garantiva anche il bonus. Il Delebio aveva una reazione prima della fine della gara quando, approfittando della superiorità numerica per un cartellino giallo a Emanuele Cossi, riusciva a violare per la seconda volta la meta avversaria. Il Sondalo però manteneva il controllo della gara, grazie anche alla maggiore esperienza, e arrotondava il punteggio nel finale con un altro calcio piazzato di Di Corleto.

Leggi anche:  Olympic Morbegno-Berbenno derby per rilanciare le ambizioni

Non belli ma efficaci

“Abbiamo subito troppo la tensione della gara e nel primo tempo eravamo imbambolati – ha commentato coach Parigi a fine gara – Poi ci siamo ripresi e abbiamo cominciato a fare le cose giuste. La mischia ha iniziato a fare il proprio dovere già sul finire della prima frazione di gioco, poi nella ripresa ha decisamente preso il sopravvento. Sono soddisfatto per la reazione che hanno avuto i ragazzi e per la loro capacità di mettere a frutto la superiorità in campo. Gli esteti del rugby forse avranno qualcosa da recriminare, ma per un rude uomo di mischia quale sono sempre stato per me oggi è stato un bel divertimento.”